Import di dati ICESat

L'algoritmo, implementato in Fortran 90/95, legge i dati presenti in un set di file binari ICESat GLA12, li filtra in base a finestre temporali e geografiche, oltre che a parametri di qualità del dato. I dati filtrati vengono scritti sia in file ASCII, per essere letti dai GIS, sia in file binari, per analisi con l'algoritmo di verifica delle differenze di elevazione tra punti prossimi. Le versioni originali degli algoritmi sono descritte in Alberti & Biscaro (2010).

Implementazione

Linguaggio: Fortran 90/95
Compilato con: g95 - Windows
Versione: 2016-04-30
Codice: ReadGLA12_vers_6.0.zip

Nota per la compilazione: poiché i dati nei file GLA12 sono nella notazione 'big-endian' (default Unix), se si compila il codice sotto Windows occorre utilizzare l'opzione 'big-endian'. Per esempio, con il compilatore g95, la linea di comando dovrebbe includere l'opzione "-fendian=BIG":
  prompt> g95 ReadGLA12_v5.0.f95 -fendian=BIG -o readgla12.exe

Input del programma

Due file ASCII, il primo contenente la lista dei file binari GLA12 da utilizzare (un record per linea):
GLA12_03022021_r2973_428_L1A.P1387_01_00
GLA12_03092517_r2973_428_L2A.P1387_01_00
GLA12_03100413_r2973_428_L2A.P1387_01_00
......


il secondo con i parametri di analisi, per esempio:
-90 -80
-180 180
2005 1 1 2009 1 1
300 100


dove:
-90 -80: latitudini minima e massima ammessa
-180 180: longitudini minima e massima
2005 1 1 2009 1 1: finestra temporale (A-M-g); se non necessaria: -1 come primo valore della riga
300 100: filtri sui valori di 'saturation elevation correction' e 'gain value'; sostituire con -1 se non utilizzati (p.e. 300 -1 o -1 100 o -1 -1 )


Output

Un set di file ASCII per import nei GIS, ognuno corrispondente ad un file GLAS originario, oltre ad un file binario cumulativo per analisi di differenze di elevazione per punti prossimi. Ulteriori dettagli metodologici sono in Alberti & Biscaro (2010).

Contatti

Mauro Alberti

alberti.m65@gmail.com